L’Araucaria araucana è senza ombra di dubbio uno degli alberi dalla storia e dalle forme più insolite in assoluto, tanto da essere soprannominato addirittura “Albero della scimmia”. Volevamo condividere con voi questa bellezza, minacciata dai continui incendi che turbano il Cile, suo habitat naturale.

Araucaria Araucana, l’albero della scimmia

Originaria delle Ande cilene, l’Araucaria si trova a circa 100 metri di altezza, sopratutto su terreni di natura vulcanica. La pianta è particolarmente adatta a superare condizioni difficili sia per terreno che per clima, rendendola così molto interessante per luoghi quali, ad esempio, la Norvegia. Purtroppo, però, nel suo habitat naturale le cose non sono altrettanto semplici. A causa dei continui incendi e delle specie aliene infestanti, infatti, il suo areale si è notevolmente diminuito, rendendo la pianta sempre più vulnerabile all’estinzione.

AraucariaA complicare il tutto, la pianta ha bisogno di circa 40 anni per produrre i primi semi, rendendo estremamente delicato ogni tentativo di ripopolamento. Questa crescita lenta ha anche un altro risvolto negativo, ovvero una mancata opportunità economica. L’Araucaria Araucana, infatti, produce pinoli in enormi quantità e qualità ma che, a causa dei lunghissimi tempi di maturazione, risultano assolutamente fuori mercato. Peccato, perché poteva essere un grande risorsa per molte parti del mondo.

Usi

Ad oggi la pianta viene coltivata sopratutto come pianta ornamentale grazie alla sua estrema resistenza ed alle sue particolari forme. Proprio da quest’ultime deriva il soprannome con cui è famosa: ovvero “pianta della scimmia”. Ciò sarebbe dovuto alla credenza dei primi esploratori riguardo alle difficoltà che avrebbero avuto i primati a risalirlo; inoltre i grandi rami ricordavano loro le code di quest’ultime.

AraucariaCon il tempo, però, si è preferito chiamare l’albero con il nome di “pino cileno”, anche perché in quei luoghi non vi è alcun tipo di primate. Un tempo veniva utilizzato anche per il legname, ma ad oggi questo suo impiego è sempre più raro. È considerato sacro presso alcune tribù Mapuche.

Cedro del Libano, simbolo di una nazione. Seguiteci sulla nostra pagina Facebook e Instagram, il vostro appuntamento quotidiano con il lifestyle sostenibile.

Menu