Picea pungens, l’abete argentato

Finalmente ci addentriamo nell’autunno, i primi freddi iniziano a colpire le case, iniziando a porre le basi dell’inverno. In questo clima favolesco, abbiamo deciso di presentarvi un albero davvero incredibile: il Picea pungens, meglio noto come “abete argentato”.

L’abete argentato

La picea pungens è una pianta originaria degli States, specie di Utah e Colorado; di quest’ultimo, in particolare, è considerato albero nazionale e questo sia per le sue incredibili misure che per la bellezza. L’albero può infatti facilmente raggiungere i 40-50 metri di altezza, con un diametro che spesso va addirittura a superare 1,5 metri.

abeteMolto particolare, poi, che durante il suo primo anno di vita non si spinga particolarmente nel suolo, distribuendo le sue radici al massimo per 6,5 cm di profondità. Questo per evitare alla giovane pianta gelate che potrebbero esserle altrimenti fatali, stabilizzandosi quindi nel terreno solo gli anni successivi. Va detto, però, che anche con quei pochi centimetri, il pungens è una delle piante più resistente in assoluto ai venti, molto frequenti in quei luoghi. Inoltre è un abete estremamente resistente sia al freddo che ad umidità e siccità, risultando un vero e proprio highlander per la flora locale.

La medicina degli indiani

Anticamente usato nella medicina dei Navajo e dei Keres, si riteneva che un infuso dei suoi aghi guarisse dal raffreddore e dal mal di stomaco, oltre ad essere particolarmente efficace contro i reumatismi. Tale funzione è stata confermata anche di recente, tanto che gli oli essenziali di pino sono spesso usati proprio in farmaci per questo tipo di patologie.

abeteInizialmente era utilizzato anche come legname, con il tempo, però, si è preferito optare per specie più adatte, trasformandolo de facto in una pianta ornamentale.

La Grande Muraglia Verde per bloccare il Sahara. Seguiteci sulla nostra pagina Facebook e Instagram, il vostro appuntamento quotidiano con il lifestyle sostenibile.

,
carota
Carota, da nero ad arancio
Julius Meinl
Julius Meinl, caffé e poesia

Potrebbe interessarti

Menu