Salix Babylonica, pianto regale

Lifestyle, News

Dalla Cina all’Europa passando per Babilonia e la Via della seta; vi raccontiamo una degli alberi più celebri al mondo per fascino e bellezza: il salice piangente.

Salice cinese

A causa di un errore di traduzione presente nella Bibbia, nel quale sembra crescano sulle sponde dell’Eufrate, vennero chiamati “Babylonica” dal naturalista svedese Carl Linneaus. In realtà, le piante citate nel contesto biblico erano dei Pioppi dell’Eufrate, comunque facenti parte della famiglia delle Salinaceae. L’errore, però, non fu notato a lungo, in quanto il salice piangente diventerà ben presto molto presente in Mesopotamia, grazie anche alla celeberrima Via della seta. Originaria della Cina, infatti, la pianta venne da subito apprezzata per bellezza ed eleganza, portandola a divenire ben presto uno dei simboli maggiormente legati alla nobiltà, specie nel Nord del paese. L’eccezionale bellezza venne subito compresa da mercanti e viaggiatori, i quali se ne innamorarono, portandola in territori mai visti e conosciuti fino ad allora.

salice

Esemplari di salice in Francia

Per diverse zone particolarmente ventose dell’Asia, inoltre, divenne particolarmente utilizzata per formare barriere antivento, oltre che per il mero legname. Le sue radici robuste, la sua presenza massiccia e la sua capacità di adattarsi anche a terreni con ristagno lo resero il compagno ideale di ogni campo e stagno, arrivando a diventare un vero e proprio muro intorno alle colture.

Stabilizzatore di terreni e di salute

Proprio grazie a tali caratteristiche, divenne ben presto molto popolare anche per la sua funzione di compattare il terreno, esigenza di centrale importanza, specie qualche secolo fa. Garantirsi argini solidi voleva dire assicurarsi una presenza sempre constante di acqua, oltre ad aver un vero e proprio muro di foglie a difendere il proprio confine da occhi indiscreti.

saliceEsistono svariati cultivar di questa pianta, con varietà che toccano i 30 metri di altezza ed altre che a malapena arrivano a 30cm, una varietà rara da trovare in molte altre piante. Oltre a grandezza e bellezza, il salice piangente si distingue per proprietà antinfiammatorie, analgesiche ed antifebbrili, grazie al suo altissimo contenuto di salicina, concentrato proprio nel salice.

La Grande Muraglia Verde per bloccare il Sahara. Seguiteci sulla nostra pagina Facebook e Instagram, il vostro appuntamento quotidiano con il lifestyle sostenibile.

,
Bernardelli
Bernardelli inaugura un altro store grande stile
Cremisi
Cremisi Studio, moda contro la violenza

Potrebbe interessarti

Menu