Pera, frutto per diete

Uno dei frutti più conosciuti e presenti sulle nostre tavole, da millenni compagno inseparabile dell’uomo. La pera ci accompagnerà in questo piccolo viaggio fatto di natura, benessere ed alimentazione.

Storia

Il pyrus communis, ovvero la nostra pera “classica”, dovrebbe discendere da due diverse specie selvatiche presenti in Europa, unitesi tanto spesso da formare una nuova specie. Le prime coltivazioni risalgono addirittura a Neolitico ed Età del Bronzo, come dimostrano i numerosi resti ritrovati in grotte e siti sparsi nel nostro continente. Va sottolineato, però, che il pero è un genere di piante tanto vasto da essere presente da sempre in svariati angoli del globo. Esistono infatti specie autoctone di Giappone, Asia Centrale e Turchia, oltre alle “classiche” mediterranee, cosa che ci permette ancor di più il valore di questi sapori.

peraPopolazioni come quelle del Caucaso, ad esempio, ritenevano queste piante sacre e per questo era severamente proibito abbatterle. Grande sfortuna per i locali, il legno di pero è da sempre uno dei più apprezzati in assoluto, specie per quanto riguarda gli strumenti a fiato.

Caratteristiche

L’84% del peso della pera è composto d’acqua, cosa che, assieme alla sua totale assenza di glucosio, ne fa un elemento davvero interessante per ogni dieta. Questo frutto è infatti ripieno di fruttosio, tipo di zucchero decisamente meno dannoso per l’uomo e alleato aggiuntivo per chiunque voglia una forma eccellente. Una pera possiede, inoltre, meno vitamina C di piante come, ad esempio, le patate ma, a differenza loro, non va necessariamente cotta.

peraSembra una caratteristica da nulla, ma è ciò che fa sì che sia tanto nutriente e consigliata. Non dovendo esser cotta, infatti, essa manterrà meglio una percentuale maggiore di vitamina, andando così a risultare così più efficace di tanti altri vegetali. Nella pianta sono poi presenti moltissimi sali minerali, fra cui svetta il potassio, consigliatissimo dopo esercizi fisici; una pera da 100 gr. generalmente fornisce generalmente 35 kcal.

Suggerimento: mangiate anche la buccia! Ricchissima di polifenoli, in particolare di Antocianine e Flavanoli.

Intervista a The Secret Pot. Seguiteci sulla nostra pagina Facebook e Instagram, ogni giorno il vostro Diary of Slow Living

 

Beeopak
Beeopak, tessuto ed api
Como
Il primo 5 stelle di Como è anche fortemente sostenibile: Vista I Palazzo I Lago di Como

Potrebbe interessarti

Menu