Beeopak, tessuto ed api

Da Torino, una delle idee green più interessanti degli ultimi mesi, un progetto innovativo con al suo centro pura tradizione. I prodotti Beeopak hanno infatti nel proprio cuore ricordi e sapori del passato, posti però in un formato e con tecniche completamente nuove e bio al 100%.

La nascita di Beeopak

L’idea è nata un’estate fa da due amiche torinesi, Clarien e Monica, in visita al noccioleto della prima a Druento. Qui le due si misero a riflettere sulle antiche tradizioni di un tempo, ponendo un’occhio particolare sugli antenati della plastica. Prima del suo avvento, infatti, i cibi, non solo erano ugualmente conservati, ma, inoltre, ciò che li avvolgeva permetteva alle pietanze di mantenere intatti aromi e sapori. Dopo una lunga ricerca, si resero conto che qualcosa di simile effettivamente esisteva, peccato che solo all’estero e poco ecologico. Il passaggio successivo sarà quello più naturale per gli ambiziosi: crearlo.

BeeopakApprofittando della grande qualità dei prodotti nostrani, le due si sono messe all’opera ed i solo 3 mesi riuscirono a produrre un materiale nuovo, al 100% ecologico.

Com’è fatto?

Il Beepak è un tessuto composto da: cotone biologico, resina di pino, c’era d’api ed olio di nocciole biologici, ognuno con una funzione specifica. Infatti grazie alla cera d’api, i cibi godranno di proprietà traspiranti ed antibatteriche, mentre con resina ed olio il tessuto diventerà adattabile a diverse superfici, oltre che adesivo.

BeeopakBeeopak è disponibile in 4 diverse misure, disponibile in 7 confezioni diverse, ognuna contente da 1 a 5 beeopak, ognuno con disegno e colore diversi. Cosa speciale, poi, è che il tutto verrà fatto e confezionato dalle stesse proprietà, che è impossibile incontrare persino dal vivo.

Intervista a The Secret Pot. Seguiteci sulla nostra pagina Facebook e Instagram, ogni giorno il vostro Diary of Slow Living

Sole
Cromie, i colori del Sole
pera
Pera, frutto per diete

Potrebbe interessarti

Menu