Il 20° giro del lago di Resia

Il 13 luglio si disputa la 20° edizione del tradizionale “giro del lago di Resia”, competizione che da sempre attrae professionisti e curiosi, quest’anno in particolare. Per la prima volta nella sua storia, infatti, la corsa si svolgerà in notturna, permettendo più di 2300 atleti di vivere un’esperienza unica. Sponsor d’eccezione: Mele Val Venosta.

Prima volta

Una prima volta di spessore per questa competizione che, ormai da decenni, porta gli abitanti del Trentino alla riscoperta del lago di Resia, uno dei più iconici d’Italia. Il suo campanile, affiorante dalle acque come un torii shintoista, racconta la storia dell’intera valle, trasportandoci in luoghi fra il reale e il fantastico. L’orario notturno  darà poi la possibilità ai partecipanti di assaporare meglio la magia di questi luoghi, trasformandola in un’esperienza davvero memorabile.

lagoI tempi non sono però le uniche novità di questa 20° edizione, pronta ad allargare sempre di più i potenziali runner. Non tutti, infatti, sono in grado di dedicare tempo e sforzi per un allenamento serio e costante, proprio per questo la competizione ha deciso di creare qualcosa ad hoc anche per loro. Da quest’anno saranno infatti disponibili ben 4 diverse categorie: corsa principale, corsa dei bambini, Just for Fun e Nordic Walking. Il percorso principale percorrerà tutto il perimetro del lago, 15,3 km, con Curon come punto di arrivo e di partenza. A lato della corsa saranno presenti sia “Il mercato del contadino” sia il “tendone gastronomico”, fondamentali per ricaricare le batterie una volta terminata la prova. Il tutto partirà alle 21.30, una volta conclusa si festeggerà tutti insieme con dj e fuochi d’artificio. Fondamentale da ricordare che tutto l’evento verrà sponsorizzato dalle Mele Val Venosta, che proprio lì distribuirà alcuni dei suoi gustosi prodotti.

Running for Climate in Groenlandia. Seguiteci sulla nostra pagina Facebook e Instagram, ogni giorno il vostro Diary of Slow Living.

lago

,
Lievito
We Love Lievito
PopMove
PopMove, condividere auto è social

Potrebbe interessarti

Menu