Il Canada segue l’UE e bandisce la plastica monouso

News

Sempre più vasto e forte il fronte anti-plastica che, a partire da questo giugno, va ad arricchirsi con un nuovo ed importante protagonista: il Canada. Il paese, attualmente sotto la guida di Justin Trudeau, ha infatti giurato di eliminare del tutto il commercio di questo materiale, allineandosi così alla direttiva UE.

Entro il 2021

Quest’ultima prevede che dal 2021 vi sia un totale divieto di commercializzazione per i prodotti in plastica monouso che possono esser sostituiti con alcuni in altri materiali. Stop assoluto allora a stoviglie di plastica e cannucce, il divieto non riguarderà tutta quella monouso. Vi sono infatti prodotti che, ad oggi, sono insostituibili, proprio per questi verranno allora attivate campagne ad hoc per sensibilizzare l’opinione pubblica sui rischi legati a ciò. Per la direttiva, inoltre, entro il 2029 il 90% delle bottiglie in plastica PET dovrà esser raccolto e riciclato dai paesi membri i quali dovranno inoltre abbassarne sensibilmente i componenti non compostabili.

Plastica

Justin Trudeau

Il provvedimento andrà poi a colpire anche le aziende produttrici di contenitori ed involucri, alle quali sarà chiesto di contribuire economicamente di gestione e bonifica dei rifiuti, oltre che a sensibilizzare i consumatori, già molto spaventati dai recenti stravolgimenti climatici. Secondo l’Eurobarometro, l’87% dei cittadini europei è preoccupato dall’impatto delle plastiche su salute ed ambiente, un’iniziativa di questo tipo non potrà che unire molti di loro. Anche per questo, la direttiva è stata da poco ripresa da Trudeau che intende applicarla ad uno dei paesi più green che ci siano.

In UE stop alla plastica monouso. Seguiteci sulla nostra pagina Facebook e Instagram, ogni giorno il vostro Diary of Slow Living.

, ,
pesca
Pesca, il frutto degli dei
Yoga
Yogafestival a Milano il 21 giugno

Potrebbe interessarti

Menu