Pesca, il frutto degli dei

Paragonata in molti paesi all’Ambrosia, il cibo degli dei, la pesca è riuscita a ricavarsi uno spazio di primo piano in ambito culturale ed alimentare, riuscendo a diventare un vero e proprio simbolo di moltissime realtà.

Dalla Cina ma con sosta in Persia

Originaria dello Xinjiang, la provincia più ad Ovest dell’intera Cina, la pesca deve però il suo nome ad un altro paese, per ben più vicino e conosciuto agli europei. Per lungo tempo, infatti, ci si convinse che la sua terra natia fosse la Persia, già in epoca romana uno dei centri più grossi per la sua coltivazione. La sicurezza in ciò fu tanto forte da influenzarne sia il nome scientifico che quello popolare, non a caso il nome scientifico è Prunus Persica. 

pescaFu però in terra cinese che questo frutto ottenne gli onori più alti, diventando un simbolo dal peso centrale nella cultura locale e, in generale, dell’intero Estremo Oriente. Nel paese, infatti, esso è considerato come il più vicino agli dei e ciò sembra sia dovuto ad una bizzarra caratteristica della pianta: è una delle uniche a far sviluppare prima il bocciolo delle foglie. Questo piccolo dettaglio, probabilmente banale per molti cittadini, divenne qualcosa di centrale nella cultura contadina, sviluppandosi poi per tutte le province e i territori del paese. Tali proprietà “magiche” vennero infatti apprezzate ben presto da popolazioni vicine, quali coreani, vietnamiti e giapponesi, che decisero di adottarne valori e simboli.

Delizia d’estate

La pesca venne poi introdotta in Italia dai romani, qui viene coltivata fin dal I secolo d. C. risultando addirittura una delle nostre specialità locali. La percoca in particolare, che altri non è che una variante di questo frutto, è uno dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali (PAT) della Campania, uno dei centri più grandi in assoluto in Italia. Nel Bel Paese inizia a maturare dalla seconda decade di maggio, il 60% della raccolta e della produzione avviene però fra luglio ed agosto.

pescaRicca di protovitamina A e vitamina C, la pesca è sicuramente uno dei prodotti più buoni ed estivi che il nostro clima ha da offrire, buon appetito!

Cilento, terra da scoprireSeguiteci sulla nostra pagina Facebook e Instagram, ogni giorno il vostro Diary of Slow Living.

Mare
Il Tirreno è il mare italiano più bello del 2019!
Plastica
Il Canada segue l’UE e bandisce la plastica monouso

Potrebbe interessarti

Selected Grid Layout is not found. Check the element settings.
Menu