Il Tirreno è il mare italiano più bello del 2019!

Il 12 giugno è arrivato il costante appuntamento con “Il mare più bello del 2019” annuale guida di Legambiente e Touring Club Italiano nella quale vengono riportate tutte le più belle località balneari d’Italia. Quest’anno è il Tirreno a trionfare, ma non è l’unica gradita sorpresa. Oltre al “classico” premio per la pulizia dell’acqua, infatti, è stato assegnato anche quello per la miglior località plastic free. Premi che, sopratutto quest’anno, acquistano una valenza centrale per le tematiche ambientali.

5 vele

Il mare ad ottenere il maggior numero di riconoscimenti è stato il Tirreno, grazie anche alla presenza della Sardegna, regione che, da sola, prende il primato assoluto per numero di siti. A seguirla ci sono però: la Campania, con i comuni di Pollica e San Giovanni a Piro, entrambi in Cilento e la Sicilia con il Litorale Nord di Trapani e le spiagge di Pantelleria ed Ustica.

Mare

San Giovanni a Piro

Nella classifica presenti però anche la Puglia, con il “Parco Agrario degli ulivi secolari”, l’Alto Salento Adriatico e l’Alto Salento Jonico, e la Toscana con la Costa d’Argento e l’isola del Giglio. 

Plastic Free

Forse ancor più importante della precedente è quella relativa ai comuni che si sono attivati alla lotta alla plastica. Il problema, ormai non più posticipabile, è sicuramente “il tema del 2019” e il fatto che Legambiente gli dia tanto spazio è qualcosa di davvero importante. In questa lista sono posti centri abitati che si sono attivati per combattere la plastica monouso sul proprio territorio, primo reale passaggio per un mondo senza petrolio e senza sprechi. Sono 32 quelli presenti nella guida: San Vito Chietino (Chieti), Maratea (Potenza), Castellabate e Pollica (Salerno), Capri e Ischia (Napoli), Sperlonga (Latina), Riomaggiore e Vernazza (La Spezia), Bordighera (Imperia), Otranto (Lecce), Isole Tremiti (Foggia), Carloforte e Domus de Maria (Sud Sardegna), Realmonte, Lampedusa e Linosa (Agrigento), Capo d’Orlando, Taormina, Malfa e Santa Marina Salina (Messina), Favignana, Pantelleria e San Vito lo Capo (Trapani), Noto (Siracusa), Campo nell’Elba, Capoliveri, Marciana Marina e Porto Azzurro (Livorno), Castiglione della Pescaia, Follonica e Scarlino (Grosseto) e Chioggia (Venezia).

Mare

Castellabate

Risultato che, da questo punto di vista, da maggior speranza è la presenza di tale iniziative da Nord e Sud del Bel Paese, che sia finalmente la volta buona per una rinascita verde? Cilento, terra da scoprire. Seguiteci sulla nostra pagina Facebook e Instagram, ogni giorno il vostro Diary of Slow Living.

Marevivo
Marevivo, i nuovi #Greenheroes
pesca
Pesca, il frutto degli dei

Potrebbe interessarti

Selected Grid Layout is not found. Check the element settings.
Menu