Ragioniamo con i piedi, scarpe artigianali

Un’iniziativa nata circa 10 anni fa in grado di riportare il mondo delle calzature ecosostenibili ad anni fa, quando ancora la manifattura aveva peso e valore. Con questi propositi vede la luce “Ragioniamo con i piedi”, azienda unica nel suo genere, in grado di dar nuova speranza al settore.

I materiali come protagonisti

I materiali sono i veri protagonisti del progetto, posti in primo piano anche dall’esperienza del fondatore, Gigi Perinello, agente di commercio per 35 anni. Nella sua lunga carriera ha infatti avuto occasione di scoprire appieno il mondo delle calzature, osservandone anche gli aspetti più controversi. Proprio da quest’ultimi rimase disgustato, in particolar modo dall’infima qualità delle materie prime. La scoperta lo spinse ad aprire nel 2008 una sua azienda, in grado di tenere alto il prestigio dei calzaturifici, ormai pressoché scomparsi per come li abbiamo sempre intesi.

scarpe“Ragioniamo con i piedi” si fonda in particolare su 7 principi saldi:

  • PRODURRE IN PICCOLA SCALA
    per conservare la giusta misura e qualità delle cose
  • ACCETTARE LA SFIDA DELLA QUALITÀ
    e della qualità sempre in divenire
  • ACCORCIARE LA FILIERA
    riequilibrando il valore del prezzo
  • RIDURRE LA CHIMICA NOCIVA
    dannosa per il corpo e per l’ambiente
  • RICONOSCERE IL VALORE DEL LAVORO E DEL DENARO
    di chi produce, così come di chi spende
  • PUNTARE SUL PASSAPAROLA
    come la pubblicità più onesta e gratificante,
    che si trasmette solo a soddisfazione avvenuta
  • RICOSTRUIRE RELAZIONI DI FIDUCIA
    tra gentiluomini che hanno un volto, un nome, un cuore.

scarpeLe scarpe sono tutte realizzate solo con pellame conciato con tannini vegetali (di mimosa, castagno e quercia) senza cromo, in modo da fornire il massimo possibile in termine di materia. Le scarpe di “Ragioniamo con i piedi”, proprio per questo, sono adatte ad ogni pelle sensibile e, sopratutto, non puzzano! Una piccola rivoluzione dovuta proprio all’assidua ricerca del miglior materiale, in grado di ricompensare i fedeli al naturale. Inoltre, sempre grazie alla cura nella realizzazione, le scarpe sono predisposte per resistere da 4 a 5 anni, con la possibilità di essere riparate e risuolate all’occorrenza. Una scarpa che ci racconta un mestiere antico, ma che ha ancora non ha smesso di vivere, pronto, anzi, a sorprenderci con tali meraviglie.

Reebok lancia le sneaker che crescono dal terreno. Seguiteci sulla nostra pagina Facebook e Instagram, ogni giorno il vostro Diary of Slow Living.

, , ,
melanzana
Melanzana, da velenosa a prelibata
Olio
Olio, tradizione pugliese a Milano

Potrebbe interessarti

Menu