Ichnusa e le nuove bottiglie green

Da sempre leader nella salvaguardia delle sue origini, sia geografiche che umane, Ichnusa stupisce ancora una volta con un’iniziativa che premia tradizione e ambiente. Un vuoto a rendere che questa volta diventa ” a buon rendere”, mostrando che un’alternativa all’usa e getta c’è ed è molto antica.

IchnusaVuoto a buon rendere

Fino agli anni “60 in Italia resisteva la pratica del “vuoto a rendere”, un modo che permetteva fino a 40 riutilizzi delle bottiglie di vetro, evitando che moltissimi inutili rifiuti. Con l’arrivo dell’ “usa e getta”, tutto questo è andato via via scomparendo nella Penisola, venendo praticato nella sola Sardegna. Proprio l’isola, però, è pronta a riportare quest’esempio vincente in tutta Italia, ridando vita a quest’usanza, mai tanto necessaria per il Paese.

Con il vuoto a rendere si riduce di oltre 1/3 le emissioni di gas ad effetto serra, tagliando le gambe a tutti i consumi legati a produzione, smaltimento e trasporto. Meno bottiglie gettate significa, infatti, non solo una minor impronta ecologica sul territorio, ma anche tagliare all’origine buona parte degli sprechi. Pensate banalmente all’energia che richiede l’eliminare rifiuti come questi, oppure il numero di bottiglie “inutili” prodotte ogni anno, un risparmio incredibile per tasche ed ambiente. Non a caso Ichnusa ha scelto di chiamare la propria iniziativa “vuoto a buon rendere”, visti gli incredibili vantaggi da essa generati. Quest’ultimo progetto, ci teniamo a sottolinearlo, va a legarsi con molte altre iniziative dell’azienda, da sempre leader nel valorizzare la propria terra e le proprie origini. Non a caso il 98% dei sardi si è detto estremamente favorevole all’iniziativa e il 93,5% si è detto assolutamente convinto nell’appoggiarla in prima persona.

Le nuove birre avranno il tappo verde e la scritta “Vuoto a buon rendere. Ichnusa per la Sardegna“. Il pecorino romano, tesoro sardo. Seguiteci sulla nostra pagina Facebook e Instagram, ogni giorno il vostro Diary of Slow Living.

,
Shell Eco Marathon
La Shell Eco-Marathon 2019
Askoll
Askoll, re delle bici

Potrebbe interessarti

Selected Grid Layout is not found. Check the element settings.
Menu