Strasburgo, grandezza nascosta

Dopo avervi parlato della nostra amata Campania, è il momento di fare un salto oltralpe in una delle città più sottovalutate di Francia. Strasburgo può vantare una storia antichissima e una costante fusione fra Francia e Germania, un vero paradiso per gli amanti d’Europa.

È sempre Francia-Germania

La posizione di questa città ne ha in un certo senso determinato l’intera storia, trasformandola in un obbiettivo storico sia per francesi che per tedeschi. Nata originariamente come accampamento romano contro le invasioni germaniche, il Strasburgo ha continuato per secoli a rappresentare uno dei primi avamposti della lingua romanza in un’area sopratutto teutonica. A riprova di questo, nel 842 fu firmato in città il “Giuramento di Strasburgo”, nel quale i nipoti di Carlo Magno si giurarono fedeltà reciproca. Tale documento divenne fondamentale nella storia europea per il fatto di essere il primo ad essere il primo documento in assoluto ad esser scritto in lingua romanza. La fama “letteraria” della città si deve però anche ad un altro componimento celeberrimo, nel 1792, infatti, Claude Joseph Rouget de Lisle compose a Strasburgo “La Marsigliese”, attuale inno francese.

Strasburgo

Notre Dame de Strasbourg

Anche a seguito dei tristi eventi che la videro protagonista durante la I e la II Guerra Mondiale, la città è diventata dal 1952 sede del Parlamento Europeo, trasformandosi in vero e proprio centro della cultura del Vecchio Continente.

Chiese e canali

Il monumento di maggior pregio in città è senza dubbio l’incredibile Notre-Dame de Strasbourg, un edificio incredibile costruito dal 1176 al 1439. La chiesa divenne, con i suoi 142 metri, l’edificio più alto al mondo dal 1647 al 1874, ottenendo così enorme notorietà nel resto del mondo. La cattedrale, oltre alle incredibili misure, è però nota anche per alcuni elementi interni di grande pregio, fra cui 3 incredibili organi e un sofisticatissimo orologio astronomico.

Strasburgo

Le Petite France

Altro luogo indimenticabile della città è poi la Petite France, quartiere storico di Strasburgo pieno di canali e case a graticcio. L’area, dichiarata Patrimonio dell’Unesco nel 1998, era in origine abitata dai malati di sifilide, a seguito di ingenti danni durante II Guerra mondiale, è stata ristrutturata ed oggi è diventato uno dei luoghi più incantevoli del capoluogo francese.

Seguiteci sulla nostra pagina Facebook e Instagram, ogni giorno il vostro Diary of Slow Living

,
Capri Palace
Il Capri Palace inaugura la sua bella stagione
amalfitana
La Costiera amalfitana, buen retiro marino

Potrebbe interessarti

Selected Grid Layout is not found. Check the element settings.
Menu