S. Pellegrino Sapori Ticino è uno dei festival enogastronomici più longevi e autorevoli d’Europa.
La dodicesima edizione della kermesse che ogni anno porta in varie e splendide location del Ticino alcuni tra i nomi più conosciuti e apprezzati della cucina internazionale, anche per la primavera 2018 ha in programma grandi chef, altissima gastronomia, vini di eccellenza e luoghi magici dall’accoglienza unica.

Protagonisti della odierna stagione del festival enogastronomico ticinese sono infatti 10 grandi Chef che, tra Asia ed Europa, raccontano i piatti gourmet delle loro tradizioni culinarie.
Nuovi piatti, ma una ricetta che rimane la stessa da 12 anni: un parterre di 27 stelle Michelin per 21 eventi in prestigiose location del Canton Ticino e della Svizzera, dove l’eccellenza dell’enogastronomia sarà il filo rosso dei diversi appuntamenti gourmand.

 

© Chef Norbert Niederkofler

 

India, Giappone, Maldive, Francia, Danimarca, Spagna, Slovenia, Germania, Italia e, naturalmente, Svizzera: a rappresentare gli stili di cucina di questi Paesi sono stati scelti grandi nomi del panorama gastronomico internazionale che potranno contare sul virtuoso abbinamento con eccellenti etichette vinicole locali e non solo.
«Quest’anno abbiamo voluto portare in Canton Ticino un assaggio di quelle che sono le tradizioni culinarie di Paesi lontani, naturalmente in chiave di alta gastronomia» ci ha spiegato Dany Stauffacher, patron del Festival. «In tempi come i nostri, nei quali la cucina etnica è una realtà sempre più all’ordine del giorno, abbiamo scelto di aprirci al mondo invitando grandi Chef internazionali che, quest’anno più che mai, rappresenteranno stili, usanze e sapori sempre diversi tra loro. Un’edizione ricca di spunti e cultura come non mai, voluta non a caso proprio per il 2018, anno che vede Lugano diventare Città svizzera del Gusto».

Il primo appuntamento con gli Chef internazionali sarà con Anand Gaggan del Ristorante Gaggan di Bangkok, accolto il 5 e 6 maggio al Seven Lugano – The Restaurant, da Claudio Bollini. Due serate, per permettere a più ospiti di cenare con il numero uno secondo la classifica Asia’s 50 Best Restaurants, un vero maestro di cucina indiana.

 

© Chef Anand Gaggan

Il 13 maggio è la volta del Ristorante Galleria Arté al Lago del Grand Hotel Villa Castagnola di Lugano, dove Frank Oerthle ospiterà Paolo Casagrande, 3 stelle Michelin al Ristorante Lasarte di Barcellona, per una serata che renderà omaggio alla cucina spagnola d’autore.

Appuntamento il 16 maggio presso The Secret Spot at ARVI a Melano per una particolare serata in cui i vini francesi di Baron Philippe de Rothschild verranno abbinati alle creazioni gastronomiche di Andrea Migliaccio, Chef bistellato del Ristorante L’Olivo al Capri Palace Hotel.

Incursione a Zurigo il 17 maggio a La Bottega di Mario per la prima lounge night di questa edizione, dove i protagonisti saranno i prodotti ticinesi serviti da autentici Maestri Salumieri.
Con la serata del 20 maggio a Villa Principe Leopoldo a Lugano, si torna alle cucine del mondo, in particolare a quella tedesca: Dario Ranza ospiterà ai suoi fornelli Michael Kempf, uno dei più grandi talenti gastronomici di Berlino, direttamente dal Ristorante Facil.

Non poteva mancare, anche in questa edizione, la serata dedicata alle donne dove sia il pubblico che lo Chef saranno al femminile, protagonista Aurora Mazzucchelli Chef del Ristorante Marconi, Sasso Marconi (Bologna), che il 21 maggio sarà ospite del Ristorante Metamorphosis di Lugano.

Il 22 maggio si torna al Seven Lugano – The Restaurant, dove Claudio Bollini aprirà le porte della cucina a 3 giovani talenti gastronomici: David Wälti (vincitore della finale svizzera di S.Pellegrino Young Chef 2018), Diego Della Schiava (finalista in Svizzera) ed Edoardo Fumagalli (vincitore della finale italiana di S.Pellegrino Young Chef 2018).

Altra serata ufficiale il 27 maggio ad Ascona, alla Locanda Barbarossa del Castello del Sole, dove l’executive Mattias Roock darà man forte a Rico Zandonella, che lascerà per una sera i fornelli del suo Rico’s a Küsnacht per raccontarci a suo modo la cucina svizzera.

 

© Chef Rico Zandonella

 

Il 28 maggio si prosegue con Domenico Ruberto, Chef del Ristorante I due Sud dell’Hotel Splendide Royal di Lugano, che ospiterà Tomaž Kavčič, il rinomato cuoco che porterà in Ticino i sapori della sua terra, la Slovenia, direttamente dalla cucina del Restaurant Pri Lojzetu.

Il 29 maggio sarà la volta di Giacomo Gaspari, chef della catena PlanHotel in diversi atolli delle Maldive, che ci farà scoprire i sapori di questo splendido angolo di mondo al THE VIEW Lugano, ospite dello chef Mauro Grandi.
Parentesi più “pop” per la lounge night al Seven Lugano – The Lounge dove, il 31 maggio, Claudio Bollini renderà omaggio gli ospiti con creazioni finger food.

La grande cucina italiana sarà invece la protagonista della serata del 2 giugno, quando il neo tristellato Norbert Niederkofler del Ristorante St. Hubertus dell’Hotel Rosa Alpina di San Cassiano (BZ) racconterà i suoi “sapori di montagna” agli ospiti del Fiore di Pietra, in cima al Monte Generoso con l’aiuto del padrone di casa Luca Bassan.
Egidio Iadonisi ospiterà, invece, la sera del 3 giugno l’attesissima serata di cucina giapponese allo Swiss Diamond Hotel di Morcote, dove Wicky Priyan dell’omonimo ristorante Wicky’s Wicuisine di Milano farà vivere grandi emozioni al pubblico coi sapori del Sol Levante.
Terzo appuntamento, il 7 giugno, con le Lounge night al Blu Restaurant & Lounge di Locarno dove Davide Asietti e Takuro Amano prenderanno per la gola gli ospiti con i loro stuzzichini gourmand a metà strada tra Ticino e Giappone.
L’11 giugno sarà la volta della cucina nordica di Søren Selin, lo Chef danese due stelle Michelin del Ristorante AOC di Copenhagen, ospitato nella cucina del Ristorante di Villa Orselina a Orselina-Locarno dallo Chef Riccardo Scamarcio.
Al Ciani Lugano lo Chef Nicola Costantini farà gli onori di casa il 12 giugno, quando Emmanuel Renaut del Ristorante 3 stelle Michelin Flocons de Sel a Megève proporrà l’autentica cucina francese, una delle più conosciute e apprezzate al mondo.
Si chiude il 17 giugno al Casinò Campione d’Italia, dove un team di grandi Chef ticinesi metterà il sigillo a un’edizione che si preannuncia ricca di sapori e cultura enogastronomica.

Insomma, S.Pellegrino Sapori Ticino si riconferma uno dei più importanti appuntamenti di alta enogastronomia a livello internazionale: una kermesse che sembra non fermarsi mai e riesce a trovare nuovi stimoli e spunti di grande qualità per il presente e per un futuro che, ne siamo certi, continuerà a stupirci.