Immerso nel verde delle colline del Chianti Classico Senese, nel comune di Castelnuovo Berardenga, Borgo San Felice si presenta in tutta la sua autenticità fin dal primo colpo d’occhio.
Il suo antico villaggio in pietra di epoca medievale, già oggetto di contese tra i comuni di Firenze e Siena, è stato testimone di secoli di vita contadina fino agli anni ’70 quando, con l’acquisizione da parte del Gruppo Allianz, inizia un lungo restauro conservativo. Ci vorranno molti anni di lavoro per riportare alla vita le strutture originarie senza stravolgerle, con la finalità di creare una realtà dal carattere unico nel panorama dell’ospitalità di alto profilo.

 

 

Borgo San Felice è albergo 5 stelle ed unico Relais & Châteaux del Chianti Classico. Con 2 ristoranti, piscina, palestra, campi da tennis, spa, è al contempo un Wine Resort al centro di vigneti e uliveti. Negli anni, importanti riconoscimenti internazionali hanno suggellato la produzione enologica di San Felice ai massimi livelli del mercato, premiando questo modello di sviluppo improntato, nel suo complesso, all’eccellenza e alla sostenibilità.

Soggiornare a Borgo San Felice è vivere l’autenticità del luogo, è un tuffo nella sua storia immersi nelle comodità di una struttura di charme contemporaneo. Le 25 camere e 24 suites, distribuite fra le varie strutture, danno all’ospite la sensazione di abitare una casa del borgo piuttosto che di alloggiare in una camera d’albergo, e così di vivere con i ritmi e le abitudini di un piccolo centro dove poter “uscire” a cena, incontrarsi con gli altri “abitanti” per un caffè, passeggiare nei vicoli o avventurarsi fra i sentieri delle colline, visitare l’orto e lasciarsi incantare dalle vigne che si stendono ordinatamente a perdita d’occhio, praticare le varie attività sportive o concedersi un massaggio nel centro benessere.

È un luogo che preserva l’unicità di queste terre, anche per le generazioni future. Per questo rispetta l’ambiente ed è attento alla sostenibilità delle attività svolte. La bellezza del borgo è tutelata salvaguardando gli immobili di maggior pregio e, grazie ad un approccio ambientale responsabile, nella cura del territorio e della biodiversità.

Sostenibilità che è anche risparmio energetico e utilizzo di fonti rinnovabili, oltre che progetti di partecipazione e responsabilità sociale come quelli da anni avviati dalla Fondazione Allianz UMANA MENTE, che coinvolgono giovani e persone con disabilità, guidati da anziani del luogo che possono trasmettere le competenze di una vita. Le persone, al Borgo San Felice, sono al centro dell’attenzione: un rispetto umano che passa per la valorizzazione della loro storia, del loro lavoro, della passione per la terra e dello spirito di condivisione.

 

 

Poggio Rosso, il ristorante gourmet del borgo, ha da poco conquistato la sua prima stella Michelin, assegnata per l’edizione 2018 della prestigiosa Guida. Gli fa da complemento l’Osteria del Grigio, che propone una formula di cucina più semplice, nello spirito familiare della tradizione toscana.
Entrambi i ristoranti sono sotto la guida dell’Executive Chef Fabrizio Borraccino, talento di origini abruzzesi con formazione arricchita da esperienze importanti a livello nazionale ed internazionale, tra cui spiccano gli anni passati al fianco di chef pluristellati come Antonio Guida, Pierre Gagnaire e Gordon Ramsey.

Borraccino guida la sua brigata con carattere e passione, apportando nei piatti quello che è il suo tratto essenziale – l’equilibrio – ovvero la capacità di bilanciare tecnica, creatività, concretezza, facendo risaltare i sapori con grande naturalezza, senza eccedere in virtuosismi o abbandonarsi all’autoreferenzialità. Una cucina rispettosa, colta, ma votata alla ricerca della semplicità.

 

 

Tutto ciò realizzato utilizzando solo ingredienti di prima qualità, privilegiando prodotti locali e stagionali, attingendo il più possibile dall’Orto Felice della tenuta, l’orto “sociale” che vede coinvolti anziani residenti della zona e alcuni giovani diversamente abili.

La carta dei vini è centrata sulla produzione diretta, con le varie etichette nate dalla ricerca e sperimentazione di Agricola San Felice, dal “Vigorello” al “Poggio Rosso” al “Campogiovanni Brunello di Montalcino DOCG” ma si completa con un’interessante proposta di etichette nazionali e internazionali che ampliano ed approfondiscono l’esperienza enogastronomica di Borgo San Felice.
Fin dall’acquisizione della Tenuta San Felice negli anni ’70, il gruppo Allianz ha impostato l’azienda agricola all’insegna dell’eccellenza, investendo in innovazione e sostenibilità a protezione di quello straordinario territorio del Chianti Classico che è fatto di terra, arte, cultura e soprattutto di persone.
Oggi l’attività di Agricola San Felice, con ben 20 etichette di vini, si svolge su tre tenute: Tenuta S. Felice, 147 ettari vitati e oltre 15.000 olivi nel Chianti Classico Senese, Tenuta Campogiovanni, 22 ettari di vigneti a sud di Montalcino, e Tenuta Bell’Aja in Maremma, ultima acquisizione del gruppo.

 

 

Borgo San Felice è casa anche del relax, con un centro benessere che si sviluppa su una superficie di 350 mq, ed è ideale per svolgere attività sportive all’aperto, con 2 campi da tennis, un campo da bocce e una palestra.

Tante realtà diverse con un’anima sola che unisce tradizione ed innovazione. Un luogo che combina tutti i piaceri della dolce vita e che vi legherà per sempre a questa regione italiana piena di luce e magia.

L’Hotel, insieme al ristorante gourmet Poggio Rosso, inaugura l’inizio della stagione il 15 maggio.

 


 

Borgo San Felice

Località San Felice
53019 Castelnuovo Berardenga (SI)

www.borgosanfelice.it
www.agricolasanfelice.it