Il chinotto di Savona: piccola-grande eccellenza italiana

On luglio 26, 2017 by Green Dandy

Il piccolo anatroccolo degli agrumi, il chinotto è una pianta di agrumi che viene da lontano ma trova, in una piccola terra costiera impervia, schiva ma generosa la sua dimora ideale. Qui si trasforma, con il lento corso dei secoli e rinasce con caratteristiche uniche, completamente diverse e molto preziose.
Ricco di fascino e contraddizioni, diventa subito famoso e ricercato. È una pianta molto fragile e delicata, ma i suoi frutti hanno grandi proprietà benefiche.
Se è vero che il chinotto è troppo amaro per essere consumato al naturale, è altrettanto vero che trasformato da’ vita ad indimenticabili delizie conosciute in tutto il mondo: dalla bibita, icona indimenticabile degli anni ’50, ai canditi, dalle confetture ai dolci, fino al piacere inebriante dei suoi profumi e cosmetici.

Oggi il chinotto è un vero e proprio fenomeno cult, protetto e coccolato come una star, riscuote nuovamente un grande entusiasmo ed interesse, sia dal pubblico più giovane che dal pubblico più maturo, tanto che sono nati diversi club di fan del chinotto, appassionati estimatori che si riconoscono nel suo stile, vintage, originale, autentico ed orgogliosamente italiano.
Da questa grande passione nasce l’idea di catturare il profumo di tutte le sfaccettature di questo straordinario agrume. Sobri, eleganti, con un tocco vintage elementi che esprimono una grande tradizione.

Savona è una città riservata ma ricca di eccellenze, tutte da scoprire… come gli splendidi monumenti rinascimentali e barocchi, i preziosi musei ricchi di arte e tradizioni e soprattutto numerosi illustri personaggi, come i due grandi Papi, Sisto IV e Giulio II, che hanno caratterizzato la storia della città e che tutt’oggi ne accrescono la fama. Tra questi personaggi, va annoverato anche un navigatore Savonese che nel 1500 importò dalla Cina la pianta del chinotto, frutto considerato dai navigatori un amuleto per allontanare malattie e pericoli. Grazie alle favorevoli caratteristiche climatiche, il chinotto ha trovato il suo ambiente ideale nella riviera Savonese. Negli anni la coltivazione e la trasformazione del chinotto sono diventate un fiore all’occhiello per la città, rendendo famosa Savona come la Città del Chinotto.
Il chinotto è una pianta generosa, infatti dalla sua ricca e profumatissima fioritura, dalle foglie e dalla scorza, si estrae un olio essenziale utilizzato in svariate trasformazioni, anche nell’ambito della cosmetica e della profumeria. Ricchi di effetti benefici, i frutti del chinotto appaiono verdi, gialli e arancioni, a seconda della maturazione.

Marco Abaton, profumiere di Savona, ha voluto ricordare la sua città creando tre fragranze che esaltano le note olfattive di questo prezioso agrume.

Chinotto Gourmand – gioioso e coinvolgente. Le note agrumate del chinotto maturo e dei fiori d’arancio si tuffano in un cuore dolce ed avvolgente di vaniglia e caramello, lasciando un sentore di fondo brioso ed eclettico.

Fior di Chinotto – delicato e timido. Le note di testa del neroli e dei fiori d’arancio annunciano l’esplosione del cuore intenso ed inebriante dei petali di chinotto, del gelsomino e della tuberosa, elegantemente armonizzate da un fondo verde e legnoso.

Chinotto Dark – sobrio e al tempo stesso stravagante, deciso, profondo, virile ed autorevolmente elegante. Le note di testa fresche, verdi ed agrumate delle foglie del frutto del chinotto verde, lasciano spazio ad un cuore rotondo, balsamico, quasi liquoroso con un fondo di assenzio, ginepro ed incenso, che rievocano il gusto che si prova nell’assaporare questa delizia dolce-amara.

gd