Chiamato anche “sangue verde” perché la sua struttura chimica è del tutto simile a quella dell’emoglobina (sangue umano), la clorofilla è assimilata direttamente nel sangue, detossinandolo, ossigenandolo e rigenerandolo. É un potente germicida e un eccellente tonico, ideale per scacciare il pallore e le tossine dalla nostra pelle.

Utile anche in caso si fumi troppo o si viva in città inquinate, perché elimina l’effetto dell’anidride carbonica e le piccole cicatrici nei polmoni dei fumatori e di chi vive in zone troppe urbanizzate. Potente detossinante, protegge dai raggi x, dalle radiazioni e dalle forme di inquinamento radioattive.

Quindi occhio a cosa mettiamo nel carrello e se abbiamo bisogno di un overdose di clorofilla, puntiamo su: broccoli, spinaci, asparagi  ortaggi a foglia verde scuro, meglio se larga. Se non riusciamo ad introdurre con la dieta la nostra dose giornaliera di queste verdure fresche perché facciamo una vita frenetica che non ci permette di rifornirci regolarmente, si può optare per il piano B: assumendo integratori naturali a base di clorofilla o anche di Spirulina, la famosa microalga ricchissima di clorofilla (sì anche in mezzo al mare c’è clorofilla!) che protegge la nostra epidermide dai radicali liberi e dall’invecchiamento.

pg