Enrica Pastore ha la fotografia nel sangue, già a 5 anni si aggirava curiosa con una macchina giocattolo. Come spesso accade, le cose importanti della vita cominciano per gioco. Un gioco che ha portato Enrica, attraverso studi e collaborazioni importanti, a dedicarsi soprattutto alle “piccole e semplici dettagli”, come ama dire di se stessa “Mi appassiona fotografare i particolari, le piccole cose, le sfumature, i colori, i dettagli che spesso si trascurano”.

Da questa attenzione per i piccoli, ma importanti, dettagli nasce la mostraLA NATURA ESAGERA” visitabile fino a domenica 30 aprile in Piemonte.

Enrica mette letteralmente in mostra tutto ciò che in natura è presente spontaneamente ed esagera in bellezza, le piccole meraviglie che ha potuto scoprire attraverso le sue passeggiate in montagna, nei boschi, nei prati. Le piccole, ma grandi, creazioni della natura che vogliono e meritano di essere osservate, eleganti e preziose.

 

Per un anno ha osservato la natura del Parco Naturale dell’Alta Valsesia, nel territorio di Rima, scoprendo e fotografando ogni dettaglio, cogliendo sfumature che in osservazioni precedenti si era  lasciata sfuggire.

Per tutto il progetto fotografico utilizza un’apertura di diaframma molto ampia, questo per ottenere un bell’effetto sfuocato sullo sfondo e così valorizzare i particolari e le caratteristiche di questa “natura piccola” resa “macro” dall’occhio aperto dell’obiettivo. Ha voluto i dettagli quasi in 3D,  proprio per richiamare l’attenzione sulle peculiarità minuziose di cui spesso non ci curiamo.

Nella fotografia, come in altri ambiti, si cerca sempre qualcosa di nuovo, diverso, mai visto.

La “natura piccola” meraviglia e stupisce nel suo essere grandiosa senza troppe pretese, spontaneamenta appunto, per questo merita più attenzione, non merita di passare per scontata.

Rimaniamo estasiati davanti ad un panorama mozzafiato, dalla maestosità e dall’ampiezza di certe immagini al grand’angolo. L’invito di Enrica, invece, è di circoscrivere quell’angolo, di raccogliersi per cogliere l’essenzialità di una bellezza infinitamente piccola, ma immensamente grande allo stesso tempo.

Da questa nuova ottica – è il caso di dirlo –  mascono  oltre 300 fotografie, quasi una al giorno, in un viaggio che può continuare ad arricchirsi potenzialmente all’infinito.

L’intento di questo progetto è, dall’altra parte, la valorizzazione e la promozione del territorio, della natura di Rima, della Valsesia e delle valli limitrofe, di una parte del nostro Piemonte che merita e aspetta di essere visitata.

​Enti patrocinatori della mostra qui: Entri Patrocinatori

Info: https://www.enricapastore.photos/progetti-la-natura-esagera

 

pg