Nasturzio, bello da vedere, buono da mangiare

On aprile 20, 2017 by Green Dandy

Il nasturzio è una pianta originaria del Perù con dei bei fiori di colore giallo o arancio brillante,  utilizzata dai nativi per curare ogni genere di ferite, dalle infezioni batteriche alle vie urinarie a quelle delle vie respiratorie. La pianta è uno dei maggiori fornitori naturali di vitamica C : 100 g ne contengono 500 mg che coprono il fabbisogno giornaliero di un adulto, che è di 75 mg. Cosa che fa del nasturzio un’arma efficace per potenziare le difese immunitarie. La medicina popolare impiega le sue foglie fresche come base per una cura primaverile ricostituente. Grazie all’alto quantitativo di clorofilla la pianta stimola la produzione di eritrociti e depura il sangue e ne favorisce la rigenerazione e l’ ossigenazione, infine stimola l’appetito in casi di inappetenza, ma facilita allo stesso tempo la digestione. L’essenza del fiore possono essere di aiuto in periodi di particolare sforso intellettuale, svuotamento delle energie fisiche, stanchezza emotiva. L’essenza dona forza e vitalità alla mente, riconnettendo l’energia psichica alla realtà fisica.

Dai fiori di nasturzio freschi si possono ricavare diverse ricette interessanti, dalle marmellate, alle salse, ai pesti. Ecco una ricetta facile, veloce e di sicuro successo.

Pesto di fiori di Nasturzio:

  • 4 tazze di foglie di nasturzio, più una manciata di fiori di nasturzio
  • 2 cucchiai di baccelli di nasturzio sott’aceto (opzionale)
  • 4 spicchi d’aglio
  • 1 tazza di noci
  • 1 limone grande
  • 3/4 tazza di olio d’oliva
  • 1/4 cucchiaino di sale, rettificato per il gusto
  • pepe nero qb

mettete tutti gli ingredienti in un frullatore capace e potente, frullate il tutto fino ad ottenere una miscela omogenea e liscia. Aggiustate di sale e pepe a piacere. Questo pesto originale, può accompagnare verdure lesse o alla griglia, o essere utilizzato come un vero e proprio pesto per condire la pasta asciutta.

 

pg