LE TERME DI MERANO SEMPRE Più GREEN

On aprile 11, 2017 by Green Dandy

L’attenzione verso il territorio è sempre stata un punto di forza di Terme Merano che, armoniosamente inserite nell’ambiente circostante, offrono un’oasi di quiete e relax nel cuore della città.

Le ampie vetrate, che contraddistinguono il luminoso cubo di vetro e le sale dei trattamenti, permettono di mantenere sempre il contatto con la natura esterna. Ma ciò non bastava: dal 13 maggio 2017 infatti, riapre il parco di Terme Merano, uno spazio naturale di oltre cinque ettari che accompagnerà gli ospiti per tutta l’estate fino al 15 settembre 2017.

Questa attenzione per il lato green del benessere termale si estende anche ai prodotti impiegati nel centro Spa & Vital per la cura e la bellezza del corpo che provengono dalla natura altoatesina, per un benessere a km 0. I prodotti del territorio altoatesino sono infatti protagonisti a Terme Merano: mela, uva, stella alpina, erbe alpine e fieno, pino mugo, marmo si possono provare in bagni, impacchi, peeling e massaggi all’interno del centro, da sempre all’avanguardia nei trattamenti naturali.

E anche quest’anno l’apertura tanto attesa del parco porta con sé una novità, dedicata in particolare agli ospiti più piccoli! Uno scivolo tutto nuovo sorge nella piscina situata nell’area giochi, uno spazio un po’ defilato dove i bambini possono giocare e divertirsi senza il rischio di disturbare chi cerca il relax.

Per chi vuole mantenersi in forma, sempre all’interno del parco, troverà la piattaforma per il fitness e il percorso Kneipp, entrambi inaugurati la scorsa stagione. La piattaforma, spazio ideale anche per attività di gruppo e corsi, permette di allenarsi all’aperto circondati dalla natura, in un luogo scelto ad hoc per non disturbare coloro che si rilassano nei lettini a bordo piscina o all’ombra degli alberi. Dall’altra parte, gli ospiti potranno facilmente seguire il percorso Kneipp, grazie a tabelle che descrivono le varie fasi e spiegano come ottenere da ciascuna tappa i migliori effetti salutari.

Distribuite nel parco e all’interno dell’innovativo cubo di vetro gli ospiti avranno a disposizinoe ben 25 piscine, sia interne che esterne, tra cui la grande vasca centrale che confluisce nel laghetto ricoperto di ninfee profumate. Proprio qui si trova l’angolo dedicato alle tartarughe palustri, abbandonate dai proprietari e successivamente accolte e accudite da Terme Merano. Il Parco è tutto da vivere, tra angoli fioriti, aiuole curate, panchine in posizioni strategiche per riposare all’ombra di un albero: solo relax immersi nella natura.

Il legame con il territorio si traduce anche in offerte e ingressi combinati come nel caso del biglietto “Giardini & Terme” che permette di usufruire insieme di Terme Merano e dei giardini di Castel Trauttmansdorff, a un prezzo particolarmente conveniente.

Ma le Terme non fanno solo bene agli ospiti che scelgono di coniugare bellezza della natura circostante a cura del corpo e della psiche. Secondo uno studio presentato di recente dall’economista e docente universitario Friedrich Schneider, le Terme hanno prodotto un effetto PIL pari a 404 milioni di euro, attraverso la creazione di complessivi 3.170 posti di lavoro in Alto Adige.

 

 

 

Tutto questo a conferma del fatto che il successo di Terme Merano ha ricadute positive sull’economia, sul turismo e sull’occupazione di tutto il territorio, contribuendo a fare di Merano una destinazione turistica termale per eccellenza.

Info: termemerano.it

pg