Biancomangiare ai lamponi

On febbraio 22, 2017 by Green Dandy

La pasticceria siciliana, si sa, è arabeggiante, dove imperversano frutta secca, canditi, frutti mediterranei, spezie, miele. E molti dei dolci tradizionali sembrano davvero complicati, e non solo da mangiare.

Ma c’è un dolce, sicilianissimo, che smentisce questo pregiudizio, per la estrema facilità di realizzazione, pur rimanendo uno dei più buoni e soddisfacenti dolci al cucchiaio della nostra tradizione pasticcera. Si tratta del “biancomangiare”, che già dal nome rimanda a qualcosa di deliziosamente morbido, bianco, accogliente, materno.

Ecco una versione lactose-and-animal-fat-free, insomma, molto “radical-chic”:

Ingredienti per 4 persone:

½ litro di latte di mandorle

1 cucchiaino di agar-agar

80 gr di  zucchero

Per la salsa:
150 gr di lamponi freschi
50 g di zucchero

Fate scaldare il latte di mandorle con lo zucchero a fuoco medio, unite il cucchiaino di agar agar, continuando a girare il composto, per evitare grumi.
Bagnate con acqua 4 pirottini, meglio se di ceramica o di vetro, dove verserete il composto ancora tiepido, lasciate raffreddare e poi passateli in frigo e fate riposare in fresco per almeno 3 ore.
Per la salsa, scaldate lo zucchero con un bicchiere di acqua, a bollore raggiunto, unite i lamponi, tenendone da parte qualcuno per la decorazione finale. Fate sobbollire 5 minuti, filtrate la marmellata così ottenuta se siete dei sofisticati, oppure usatela così, nature, con i semini dei lamponi in rilievo. Capovolgete i pirottini sui piattini di servizio e sformate i candidi biancomangiare. Fate scivolare la salsa ai lamponi e decorate con i lamponi rimasti interi e qualche fogliolina di menta. Per una presentazione estiva, mettete una base di gelato al pistacchio di Bronte. Très facile, très chic.

pg