Il “dente di leone” che cura

On gennaio 16, 2017 by Green Dandy

dandelion-colours-colour-green-63646Il tarassaco è una pianta spontanea che più o meno tutti avremmo incontrato in campagna. In realtà è una pianta officinale, nota sin dal Medioevo, per le sue proprietà curative. Conosciuto volgarmente anche come “dente di leone”, dopo la fioritura, sviluppa una piccola sfera composta di molti acheni. Quanti di noi non li ha mai fatti volare via con un sol soffio, esprimendo un desiderio?

Tornando agli aspetti curativi della piante, è sicuramente l’effetto diuretico il motivo per cui si ricorre più spesso a preparati ed estratti dal tarassaco. L’elevato contenuto di potassio poi, purifica le vie urinarie e neutralizza la ritenzione idrica.

Il tarassaco vanta inoltre una interessante azione disintossicante di organi come il fegato e i reni, riuscendo ad espellere il colesterolo in eccesso, prevenendo così malattie cardiocircolatori come infarto e inctus.

Rafforza il sistema immunitario grazie alla presenza di vitamina A e del gruppo B, C e D, oltre che di flavonoidi; è ritenuto infine un ottimo antinfiammatorio.

Si può consumare sia crudo, in insalata, oppure saltato appena in padella con olio e aglio.

Per un uso più “terapeutico”, si possono ricavare decotti ed estratti, anche dalle radici essiccate che si trovano in erboristeria.

p.g.