Leonardo di Caprio e Sea Sheperd per salvare gli ultimi esemplari di Vaquita

On dicembre 21, 2016 by Green Dandy

dicaprio_sea-sepheard

Nel Golfo di California saranno necessarie misure drastiche per salvare questa rara specie, decimata dalla pesca illegale con le reti da posta. In natura sono sopravvissuti solamente 97 esemplari.

La vaquita, una piccola focena che si trova solamente nel Golfo di California, si sta estinguendo a un’allarmante velocità. Lo ha segnalato un team internazionale di scienziati, spiegando che questi mammiferi marini -il cui nome significa “piccole mucche” in spagnolo- finiscono accidentalmente impigliati nelle reti da posta che i pescatori locali utilizzano per i pesci e i gamberetti. In natura sono rimasti solamente 97 esemplari di vaquita.

Si tratta di creature timide che vengono avvistate raramente, fatta eccezione per quando arrivano fino in superficie, morte, intrappolate nelle reti. Siamo a conoscenza del fenomeno dal 1958, quando i resti di tre crani furono trovati su una spiaggia. Al tempo si pensava ci fossero ancora poco meno di un migliaio di individui. Gli scienziati e i pescatori, all’unanimità, spiegano che questi animali hanno un aspetto tenero, con i corpi lucenti e i segni distintivi sul muso. “Sembrano truccati, con rossetto e mascara”, commenta un ricercatore.

Esiste ora la triste possibilità che le vaquite diventino la seconda specie di cetaceo (la prima fu il lipote, il delfino di fiume cinese) a soccombere alla pressione umana. Potrebbero infatti scomparire per sempre entro il 2018. “Si tratterebbe di un fallimento per tutti noi, abbiamo lavorato duro per salvare la specie e il governo stesso ha investito tutte le risorse possibili”, commenta Lorenzo Rojas-Bracho, conservazionista specializzato in cetacei della Mexico’s Commission of Natural Protected Areas nonché membro del team di scienziati che si occupano dell’”emergenza vaquita”. L’impegno del governo messicano è innegabile: nel 2012 fu stabilito un comitato dedicato proprio alla conservazione di questa specie, in un momento in cui le stime degli esperti contavano circa 200 esemplari superstiti.

Fonte: National Geografic, La vaquita sull’orlo dell’estinzione, di Virginia Morelli.

vaquita_rete

*Attualmente Leonardo di Caprio, con la sua Fondazione, e la Sea Sheperd, organizzazione mondiale famosa per la difesa degli abitanti del mare anche attraverso atti di forza come quelli contro i balenieri giapponesi, stanno collaborando per la difesa di questo piccolo delfino dotato di denti. Gli attori in azione sono grossi e importanti, forza piccola Vaquita!