Nulla si getta, tutto si trasforma

On ottobre 14, 2015 by The Lifestyle Journal

Oggi vi presentiamo una delle ricette un po’ speciali proposte da Badeggs, una giovane startup di Bologna che si adopera per promuovere valori quali la sostenibilità, la qualità e il Made in Italy attraverso percorsi divulgativi e formativi. Federico Bassi ci propone oggi “Spaghettoni alla bisque di gamberi e rooibos” ,Federicofotografata da Simone Noceti e presentata con gli oggetti di All’Origine, che commercializza arredi ed oggetti di recupero di grande fascino.

 

Spaghettoni

Spaghettoni alla bisque di gamberi e rooibos
Ingredienti per 4 persone

300 g di spaghettoni
carapaci di 8-12 gamberi, a seconda della dimensione
400-500 g di pomodori, meglio se molto maturi
100 g di burro
uno spicchio d’aglio
un peperoncino secco
due cucchiai di rooibos
un pugno di foglie di sedano
sale e olio e.v.o. q.b.

Sciogliete il burro in una casseruola coi bordi alti insieme all’aglio e al peperoncino. Successivamente aggiungete i carapaci dei gamberi e tostateli per 3-4 minuti schiacciando bene le teste. Eliminate l’aglio e aggiungete i pomodori a pezzettoni: vanno bene di vari tipi (tondi a grappolo, piccadilly, perini…), l’importante è che siano maturi e succosi. Cuocete ancora qualche minuto, poi coprite con abbondante acqua fredda. Regolate di sale e aggiungete il rooibos (conosciuto anche come tè rosso africano), che conferirà alla bisque un leggero retrogusto che ricorda la nocciola. Fate bollire una ventina di minuti e nel frattempo preparate l’olio aromatizzato al sedano, la nota fresca del piatto: frullate le foglie di sedano nel bicchiere del frullatore ad immersione con due dita d’olio e un pizzico di sale, poi passate al colino e tenete da parte. Trascorsi i 20 minuti, filtrate la bisque schiacciando bene le teste e i pomodori per estrarne i succhi e rimettetela nella casseruola a fuoco basso: il volume dovrà circa dimezzarsi. A questo punto cuocete gli spaghettoni per 3-4 minuti in acqua bollente e salata, poi scolateli e poneteli in una padella insieme alla bisque, a fuoco medio. In questo modo andrete a “risottare” la pasta, ovvero a cuocerla direttamente nel suo sugo: gli spaghettoni assorbiranno la bisque e, rilasciando il loro amido durante la cottura, contribuiranno a rendere la salsa ancora più cremosa (se necessario, potete aggiungere un po’ d’acqua di cottura nel caso la salsa dovesse asciugarsi troppo). Una volta pronti, impiattateli e “lucidateli” con un giro di olio al sedano. Se lo gradite, potete guarnirli con una polvere di Lapsang Souchong, un tè nero affumicato molto particolare proveniente dalla Cina, ottenuta semplicemente frullandone le foglie e passandole al colino.