Grazie a Nextdoorhelp lo spreco di cibo non sarà più un problema. Quante volte, magari prima di partire per le vacanze, ci siamo ritrovati con il frigorifero pieno di alimenti senza sapere a chi darli? è proprio da questa esigenza che tre giovani ingegneri torinesi, Daniele Merola, Fabio Gagliano ed Emiliano Marzo, hanno dato il via alla prima piattaforma di food sharing in Italia con la collaborazione di Slow Food. Grazie a questa intuizione, ora ci si potrà mettere in contatto chi ha troppo cibo e chi ne ha bisogno per evitare che il cibo ancora mangiabile finisca nei cassonetti. Programmare lo scambio è semplice. Basta registrarsi sulla piattaforma online, scrivere quale alimento si desidera condividere e aspettare che qualcuno risponda.

11240001_v1 Chi invece è alla ricerca di un alimento in particolare o ha difficoltà a fare la spesa, può inserire la sua necessità sulla piattaforma, inserire il raggio d’azione e controllare cosa è disponibile in zona. A quel punto helper (l’utente che condivide sulla piattaforma) e finder (chi riceve l’oggetto) si danno un appuntamento per lo scambio, questa volta di persona e, se vogliono, possono recensire il contatto con una serie di feedback, commentandone la puntualità piuttosto che l’affidabilità.