Il primo Amarone certificato a marchio Demeter.

Un grande traguardo quello della tenuta di Marinella Camerani, Corte Sant’Alda, che ha voluto festeggiare con la stampa e il collega “ispiratore” Alois Lageder al ristorante Joia di Milano, tempio della cucina vegetariana.

Di grande espressione e carattere, l’Amarone prodotto nella tenuta di Marinella Camerani, vignaiola pluripremiata, rappresenta per certi versi la personalità della stessa proprietaria, che da anni segue nella sua azienda agricola la filosofia biodinamica. “Per me la terra è un po’ come un figlio, percepisco i suoi bisogni e la lavoro di conseguenza, per questo il vino che produco è davvero ‘mio’ “.

Il 2010 Bio&Biodinamico è il primo Amarone della Valpolicella di Corte Sant’Alda (e primo in assoluto) ad acquisire nel 2014 la certificazione Demeter. La nuova annata è già stata premiata dalle migliori guide enogastronomiche 2015: Tre Bicchieri del Gambero Rosso, Vino Slow, Guida Vini d’Italia de L’Espresso e Vini Buoni d’Italia; la cantina ha inoltre ricevuto la prestigiosa Chiocciola, attribuita a Corte Sant’Alda per il modo in cui sa interpretare i valori produttivi, in sintonia con Slow Food.

Ospite d’eccezione è stato Alois Lageder, quinto discendente alla guida dell’omonima tenuta vitivinicola di Magrè che vanta la certificazione Demeter dal 2007 e oggi punto di riferimento nazionale e internazionale della viticoltura biologico-dinamica, di cui si è assaggiato un fantastico Gewurztraminer.

Lo chef stellato Pietro Leeman, indiscussa “stella”  dell’alta cucina naturale in Italia, ha studiato un menù assolutamente perfetto per l’occasione, elevando ulteriormente le caratteristiche di questo meraviglioso vino.