Una presentazione davvero toccante quella di Earth Defenders , il calendario Lavazza 2015 dedicato ai veri difensori della nostra Terra, i guardiani delle tradizioni alimentari – in questo caso dell’Africa e in particolare dell’Etiopia, culla della produzione del caffè. Presentato al Lingotto di Torino alla vigilia del Salone del Gusto e Terra Madre, questo calendario è un po’ “una prima volta” per Lavazza, che  dopo 23 anni di progetti sempre molto creativi e glamour ha deciso di affrontare un tema sociale, come conferma Francesca Lavazza, responsabile dell’immagine corporate del gruppo e direttamente coinvolta nel progetto.

Scatti di incredibile impatto grazie a Steve Mc Curry che lavora con Lavazza da anni e per questo progetto ha saputo dare forza ad immagini che raccontano storie di persone e sopratutto puntano a muovere le coscienze. Donne e uomini africani che lottano per proteggere la propria terra, i suoi frutti e il diritto di coltivarli in modo indipendente. Una “call to Action ” per  per diventare Difensori della Terra attraverso una donazione a favore del progetto di Slow Food  “10.000 orti in Africa” o facendosi portavoce del progetto sui canali social con l’hashtag #earthdefenders.

07_our_roots_lavazza

Ed è proprio Carlo Petrini, presidente e fondatore di Slow Food, nonché promotore di questo nuovo corso del Calendario Lavazza, a smuovere ancora una volta le coscienze, affermando che le persone e le comunità sono più importanti del libero mercato e che difendere la terra significa difendere il nostro futuro, di cui l’Africa e i suoi giovani rappresentano una componente fondamentale .

Alla presentazione hanno partecipato anche molti protagonisti degli scatti del calendario, donne e uomini che hanno dato la loro emozionante testimonianza. Tra loro Asnakech Thomas, coltivatrice di caffè in Etiopia, patria del caffè, che ogni giorno cerca di aiutare e istruire gli agricoltori locali, trasmettendo il grande amore che prova per il proprio lavoro e per l’ “oro verde”, che considera la spina dorsale del suo Paese. 04_the_sentinel_lavazza

Roba Bulga Jilo, invece, è attivista alimentare etiope, che dopo aver studiato in Italia all’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche
di Pollenzo, ha scelto di tornare in Etiopia per stare con la sua gente,i Karrayyu, una tribù nomade di pastori con la quale ha creato il Presidio Slow Food del latte di cammello: un prodotto simbolo dell’Etiopia. 09_the_chieftain_lavazza

Padre Peter Kilasara è Missionario tanzaniano che attualmente in Tanzania guida con determinazione l’associazione “Kirua Children”, a cui vuole dare un futuro di istruzione e consapevolezza. E sono proprio questi bambini felici che giocano con i semi del caffè a concludere questo meraviglioso viaggio e a rappresentare la speranza di un futuro più consapevole e giusto.

12_future_lavazza

I 12 scatti del Calendario “The Earth Defenders” sono esposti al Salone del Gusto e Terra Madre 2014 nella galleria che collega Lingotto Fiere all’Oval, l’area che ospita il mercato di Terra Madre.

Il Calendario Lavazza “The Earth Defenders” sarà per la prima volta venduto in 10.000 copie durante il Salone del Gusto e sul sito Calendar2015.lavazza.com e gli interi proventi andranno al sostegno dei “10.000 Orti in Africa”.