ingresso ristorante

 

Ogni grande chef sogna un locale cucito su di lui, dove possa esprimere la sua personalità e le sue idee in cucina.Daniel Canzian questo sogno l’ha realizzato, forse anche grazie all’amore della “novella” moglie, con cui ha condiviso il concept  del ristorante e oggi anche il lavoro.

Dopo sette anni al fianco del maestro Gualtiero Marchesi come executive chef, da pochi giorni Daniel ha aperto a Milano un ristorante che porta il suo nome., a cui ha voluto aggiungere “Cucina Italiana Contemporanea”. Semplicità, stagionalità e italianità: queste le linee guida di Daniel. E una bella sorpresa: non camerieri di sala, ma gli stessi giovanissimi cuochi della sua brigata servono e illustrano ai clienti i piatti preparati con passione nella grande cucina a vista, primo spazio che si incontra all’entrata del locale.

Giovani di tutte le nazionalità , che spiegano con professionalità e un pizzico d’emozione i piatti che “il cuoco”, come ama farsi chiamare, sintetizza così:  “Nel mio menu voglio esaltare quanto di meglio c’è nella tradizione gastronomica italiana, nessun influsso estero, solo piatti genuini e mediterranei, che seguiranno le quattro stagioni mutando a seconda della reperibilità delle materie prime”. Parola d’ordine: sottrazione per esaltare l’ingrediente principale del piatto. Semplicità e linearità anche nel design del locale, ispirato allo stile milanesissimo di Giò Ponti: richiami geometrici, poltroncine gialle intorno a tavoli tondi con una semplicissima mise en place e un bell’angolo relax con divanetto arancio proprio in centro alla lunga sala.

 

Daniel – Cucina italiana contemporanea | Milano | via Castelfidardo, 7 | tel. 02.63793837 | www.danielcanzian.it