Dove alloggiare a Vienna

Soggiornare in appartamento invece che in hotel è ormai un’abitudine piuttosto diffusa. Avere a disposizione una casa tutta per sé alimenta la sensazione di essere parte della città e così ci  si sente  cittadini di Amsterdam, Parigi, Londra, New York…

Si esce a far la spesa nel mercato di quartiere per acquistare la frutta per la colazione, si fa un salto dal panettiere per il pane fresco e quel quartiere diventa un po’ il nostro, almeno per un giorno, almeno per il week end.  A Vienna l’esperienza è ancora più ricca e personalizzata da quando, nell’ inverno del 2012, si può soggiornare in uno degli otto appartamenti di Chez Clichè e seguire i consigli, che trovate online, dei proprietari di casa, i quali dispensano buone dritte per godersi il quartiere nel quale si alloggerà. Certo anche quest’idea non sarebbe in sé originalissima, se non fosse che gli otto proprietari degli appartamenti non esistono, sono cioè personalità fittizie, create ad hoc da chi ha ideato Chez Clichè.

Per il vostro soggiorno viennese potete scegliere la casa di Marie Therese, raffinata appassionata di musica classica, oppure quella di Sophie, che si occupa di botanica ed è amante degli spazi verdi in città. O ancora l’appartamento di Koloman, che adora il teatro e ha arredato casa  pensando alla scena,  ma anche al backstage. Ognuno di loro ha lasciato tracce di sé e delle proprie passioni negli appartamenti da affittare, arredati, peraltro, meravigliosamente. Tutti e otto i padroni di casa sono prodighi di consigli. Tutti e otto vi faranno sentire ben accolti. Ma ricordatevi che nessuno di loro esiste.

Di Mirella Marchese , autrice del blog Nomadi Stanziali