slow food

Gli impegni quotidiani ci portano molto spesso a pranzare fuori casa e a consumare cibi freddi e veloci come insalate, panini, focacce e piadine. Se riflettiamo, quando andiamo a fare la spesa, ci accorgiamo che riempiamo il nostro carrello di cibi pronti in pochi minuti, surgelati e veloci da preparare.  Sono sicuramente la soluzione ideale per chi ha a disposizione davvero poco tempo ed anche alla sera è stanco e poco propenso a cimentarsi ai fornelli.

Se pensiamo al nostro regime alimentare, assumiamo in grande percentuale cibi poco sani e poco genuini, ricchi di conservanti.

Ma almeno durante il weekend rallentiamo il ritmo, cercando di scoprire il piacere di ricette “slow food” semplici da preparare come il pane, la pasta, la pizza o un dolce fatto in casa per riscoprire l’autenticità del cibo e la soddisfazione di preparare qualcosa di buono ma fatto con le proprie mani. Il lento lievitare del pane e del  pan di spagna crescere in forno, il profumo della pizza fatta in casa. Ogni fase ha il suo perché, ogni fase è un momento slow per riappropriarsi del proprio tempo. Preparare gli ingredienti, percepire il contatto con il cibo, sentirne gli odori e finalmente il piacere di assaggiarlo e farlo assaggiare per poi riceverne gli apprezzamenti.

Un momento per rilassare la propria mente o un momento  allegro da condividere con famiglia ed amici.

Sono questi i veri lussi che a volte dimentichiamo di concederci. Uno slow living!